Home Ricerca Il frutto del peccato amo sentirmi desiderata

Alcune riflessioni del dr. Enrico Gamba

Il frutto 890836

Disclaimer Alcune riflessioni del dr. Enrico Gamba In molti oggi si trovano ad avere la sensazione di arrivare tardi, che tutte le più grandi scoperte siano state già fatte, le conoscenze più importanti acquisite, i libri già scritti. In realtà il mondo cambierà ancora, cambierà tanto. La nostra percezione di esso si modificherà e questo in base alle infinite ricerche e scoperte che verranno realizzate. Tutto è mutamento. Apri la tua mente, cambia i tuoi riferimenti, assumi nuovi punti di vista. Non cadere alla facile tentazione di pensare che non vi sia più nulla di interessante da fare. La realtà è molto più ricca e complessa di quanto solo possiamo immaginarci.

Non si è mai troppo vecchi finché si desidera sedurre e, soprattutto, finché si desidera essere sedotti. Ma in tal paesi sembra che il avanzamento evolutivo si sia arenato in tradizioni secolari che risultano inadeguate se non addirittura in violazione della legge in tutti gli altri paesi del immacolato. Come affrontare i giudizi negativi La prima cosa che la coppia insieme differenti età deve affrontare sono i giudizi di tutti,dalle osservazione di biasimo di chi ha una certa amicizia, come familiari e parenti ed amici, sino agli sguardi indagatori e spezzanti dei passanti, gente sconosciuta ma affinché gode un mondo a criticare gli altri, in tali casi affermo affinché lo fanno sempre per compensare la infelicità che si portano dentro le loro scelte conformi e banali. Perché in fondo la scelta di attivitа qualcosa di diverso dagli altri comporta una buona dose di coraggio e di incoscienza, quello che tutti dovremmo avere per scegliere col cuore e farci guidare dalle passioni, non dalle ragioni imposte dalla società e seguite per il timore del giudizio censorio degli altri. I pazzi non sono coloro che vivono liberamente, i veri pazzi sono coloro che vivono ingabbiati dalle convinzioni e da morali obsolete, superate ma che servono a conservare il piedistallo di carta che certi perbenisti costruiscono sotto di sé per non rendersi conto della banalità della loro vita e delle loro scelte. Ogni famiglia infelice è infelice a modo suo.

Benché, se credi, accetta le armi di difesa che ti offro. Non ti parlo con il linguaggio degli Stoici, ma in tono più sommesso; noi, definiamo poco importanti, trascurabili, tutte le avversità che ci strappano gemiti e lamenti. Tralasciamo queste parole magnanime, bensм, buon dio, vere; ti raccomando abbandonato di non essere infelice anzitempo: le disgrazie che hai temuto imminenti, probabilmente non arriveranno mai, o almeno non sono ancora arrivate. Il primo bucato per il momento rimandiamolo: il dilemma è controverso e c'è una colloquio in corso.